Scovarsi


n583000477_2711491_1538
“Quando mi guardo, mi sento costretto a guardarmi anche interiormente e a scoprire che cosa voglio, che cosa avviene in me, ma anche a domandarmi fin dove arrivano le mie possibilità di percepire, quali sono le mie capacità, da quali sostanze misteriose sono costituito e qual’è quella predominante, che cosa sono in grado di riconoscere e che cosa ho riconosciuto in me fino ad ora. Mi vedo svanire  e respirare in modo sempre più pesante, le oscillazioni della mia luce astrale diventano più veloci, più semplici e dirette, simili ad un grande atto di riconoscimento del mondo. Così dal mio essere porto alla luce un numero maggiore di cose sempre nuove e dotate di un rilucere infinito, fino a quando l’amore, che è tutto, mi da i mezzi per far questo e mi porta a ciò da cui io mi sento istintivamente attratto e che vorrei trascinare in me per realizzare qualcosa di nuovo dal nuovo, qualcosa che sono riuscito a contemplare al di là di me stesso.”

Egon Schiele

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: