Mietitrebbia 8

AUDACI FORTUNE

La storia dice che l’acqua, nella valle di Beorn, c’è arrivata grazie ad un manipolo di coraggiosi.
In tempi ormai remoti la popolazione della valle, stanca di sottostare alle bizze del tempo che li costringeva a lunghi periodi di siccità, decise di istituire un comitato che studiasse un metodo per dare acqua alla valle trecentosessantacinque giorni all’anno.
Si provò a perforare il terreno, ma le attrezzature dell’epoca non permettevano grandi profondità. Un giovane però trovò l’idea giusta, anche se folle: perforare con un tunnel la montagna fino alla Val Tubuz, notoriamente rigogliosa e abbondante d’acqua.
Venne istituita un’impresa di scavatori (non si sa quanti) che dopo aver studiato un progetto si misero al lavoro, con mazze e picconi, per trentatre anni.
Gli audaci scavatori, la Val Tibuz, non la videro mai!
Infatti non si erano accorti che fin dall’inizio, invece di puntare verso la valle rigogliosa, puntavano verso il budello montano.
Fortuna volle che si imbattessero in un fiume sotterraneo.
Ancora oggi quel fiume (il Mod) e quella folle galleria rendono la Valle di Beorn un verde paradiso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: