Mietitrebbia

Ho deciso di cominciare l’anno nuovo con una cosa vecchia.
posterò a puntate (come una volta…) il mio primo tentativo da scribacchino.
un “libro” contenente 84 racconti brevi. il “libro” dalla sua prima edizione casalinga non ha mai subito modifiche (e ne avrebbe bisogno in certi punti) ed è così al naturale che ve lo espongo.
senza giri di parole o trattati.

ecco il primo racconto,
buona lettura

copertina

MIETITREBBIA
Ottantacinque racconti di luoghi e di gente

IL RITO

Ad aprile, in un paese lontano, v’è usanza per festeggiare il ritorno della primavera di compiere un rito che ha dell’incredibile.
I giovani vanno al torrente e immergono nell’acqua gelida il braccio sinistro fino al gomito. Fatto questo bisogna aspettare, ad ognuno il suo tempo, prima o poi accade: i ragazzi stesi a fissare la corrente cominciano a gridare o comunque hanno una reazione scomposta. Gli anziani la chiamano “risveglio” o “apparizione della natura”.
Quest’ultimo nome, a priori, risulta strano osservando l’accadimento che provoca tale risveglio, essendo, in realtà il contrario.
Ad un certo punto, per chissà quale illusione ottica, la parte immersa del braccio scompare provocando la reazione di stupore che fa scattare i ragazzi. Ma ancor più impressionante è che per un istante la parte sommersa, anche quando viene fatta riemergere sembra invisibile!!… cosa che (ve lo assicuro avendolo provato) provoca una sensazione terrificante, nonostante tutti sappiano che è solo un’illusione momentanea. Si ha l’impressione netta di aver perso il braccio dal gomito in giù.
Questo spavento è (appunto) il “risveglio” e la successiva “apparizione” dell’arto scomparso viene considerata come la rinascita delle cose perdute.
Il ritorno alla vita della natura.

Annunci

4 Risposte to “Mietitrebbia”

  1. nonna antonia Says:

    un racconto al giorno da gustare, magari come buon inizio di giornata? e vai!!!
    e posso menzionare l’autore della copertina o l’emigrato (mi mancaaaaaa!) vuole rimanere anonimo?

  2. beh, nonna…
    la volontà è di metterne uno al dì o giù di li… che poi lo metta alla mattina presto per farti cominciare bene la giornata… son altre storie… che diamine.
    come tutte le mie cose avrà una cadenza: “ordinata dall’improvviso”

    per quanto riguarda l’autore della copertina, nessun mistero. chi ha occhio buono avrà notato subito le somiglianze con il sito mengwee. l’autore è lo sbabbaro Boris Borella, in arte Bo

  3. chi mi ama mi segua ….

  4. se ha coraggio!
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: