Andate e votatemi tutti, questo è il mio… ecc… ecc…

mi hanno iscritto (naturalmente senza il mio consenso) al prestigioso premio “miresi protagonisti 2007”

a parte il fatto che non volevo
a parte il fatto che come al solito tutto è fatto alla c.d.c. (ad esempio io so che ho scritto un libro, e forse so che Stella è primo in classifica con il suo, di libro. e forse so che Bertelli canta. e forse so che Mion è un maestro. e forse so che Michele Saviolo è il Porcaro… ma tutti gli altri? chi cavolo sono e hanno fatto?)
a parte il fatto che non si vedono tutti i voti e sicuramente il tennico del comune non è Albus Silente che protegge il Calice di fuoco…
a parte il fatto che ormai ci sono e quindi:

VOGLIO VINCERE!!!

solo per il gusto di salire sul palco e seminare grane. cosa che farò anche se nella sezione solidarietà voterete per Antonia Vernile. il suo discorso lo scriverò io…

quindi dateci dentro: per votare cliccate: – QUI –

Annunci

30 Risposte to “Andate e votatemi tutti, questo è il mio… ecc… ecc…”

  1. nonna antonia Says:

    ben fatto, G! divertiamoci alla grande così prdiamo di vista i veri problemi del nostro amorevole Comune

  2. ho votato sto pozza…. mah ……

  3. azz….solo una volta se pò votà??? madddai….

  4. Candidati sul serio e rivoluziona ‘sto merdaio, allora ti voto sì!!!
    CiaU

  5. Ho votato la Nonna, che però risulta ancora seconda: per ora…
    Bertelli, dopo che s’è candidato con Merdato, col cazzo lo voto!
    (A me cmq in lista ne mancan solo 3 da conoscere: tutti gli altri so chi sono, anche se non li conosco tutti di persona e alcuni è meglio non conoscerli proprio o in ogni caso son inconoscibili…)
    CiaU

  6. G, ma come mai – pur se già votato, come dichiarato quassù almeno da Anna – non risulti con nessun voto? Tuttuntrucco?
    CiaU

  7. “Ci scusiamo con i cittadini per un problema tecnico che in fase di votazione non fa vedere i risultati di tutti i candidati votati.
    Ciò costringe ad una visualizzazione delle votazioni parziale.
    Tuttavia settimanalmente viene lanciato un aggiornamento che registra e mantiene i voti dati a tutti i nominativi.
    Continuate a votare.” – ah ecco, adesso son più tranquillo… Ma neanche “Il veneziano dell’anno” come fanno appunto a VE per meriti sociali di vario tipo: “miresi protagonisti”, grande fratello!
    ness1

  8. la cosa sta prendendo pieghe interessanti… vi terrò aggiornati.
    c’è del marcio in danimarca…

  9. votobis 🙂 anche x nonna antonia votobis

  10. brava anna, vedo che hai colto (come molti ormai) la regolarità di queste votazioni… e vedendo come stanno andando direi che qualcuno sta barando alla grande e qualcuno sta prendendo tutti per il culo pareggiando tutti i voti (il mio no cazzo!!)…
    grande!!!
    io ho deciso di ritirami, per manifesta irregolarità.
    e mi sa che non finisce qua.
    no no

  11. ma no…..ti avevo appena riVotato!!!!! e tu ti ritiri……peccato!

  12. Infatti mi sembrano un po’ assurde quelle barre CASUALMENTE della stessa lunghezza….. si saranno messi d’accordo i votanti ? i tuoi voti sono genuini G.
    intanto giacchè siamo in tema
    —- SPOT —- http://www.lifegate.it/lg_radio/talenti_per_natura_elenco.php — CLICCA —- su Johnny Freak e —– VOTA —— inserendo mail valida e voto —– ARRIVERA’ mail di conferma —– CLICCA ——sul link e avrai fatto due cose:
    – convalidato il voto
    – aderito all’iniziativa umanitaria “Salva anna da eventuali frignamenti” 😉

  13. fra: sarebbe stato bello vincere e tirare qualche mattone dal palco di villa leoni… e tu sai bene quanto la cosa mi avrebbe divertito. ma qua la cosa è davvero triste… per l’ennesima volta triste.

    Anna: fatto! votato, ascoltato, guardato il video.
    credevo di trovarti a cantare o suonare la chitarra!!!

    ps: qualcuno… anzi qualcuna… mi fa: e te speravi di vincere contro stella????
    tzè… quanti voti (regolari) cià stella??? eh? eh? eh? eh? eh?
    :))

  14. ……i mattoni te li fornivo io…..poi a debita distanza avrei volentieri assistito alla scena……che dire peccato!!!!!
    fra

  15. non ci sono ancora prese di posizione… almeno non pubbliche.
    io mi sto informando…
    pazienza, pazienza!

  16. Se vuoi una presa di posizione pubblica, eccomi!
    Ieri mi sono permesso di suggerire all’assessore alla cultura uno dei modi per uscire dall’impasse: nel frattempo, l’unica cosa da fare fin da subito è stata fatta (cito dal sito: “UPDATE 12/12/2007: La visualizzazione dei voti é stata tolta in quanto il sistema non é in grado di eliminare i voti espressi più volte dalla stessa utenza in tempo reale. Pertanto vi invitiamo a votare comunque poiché il sistema registra correttamente tutti i voti in arrivo. Al termine delle operazioni di voto verranno eliminati i voti espressi più volte dalla stessa utenza rispecchiando il dato reale assegnato dagli elettori ad ogni candidato”).
    E’ un peccato che il Comune di Mira per questo primo tentativo di sondaggio d’opinione via web non sia ricorso a soluzioni informatiche all’altezza di una votazione on-line (bastava affidarsi a servizi esterni, al limite, se non in grado di ospitare il tutto su proprio dominio, no?).
    Ma è un peccato – anche e soprattutto – che le votazioni abbiano subito plateali manipolazioni: avendo assistito alle dinamiche di voto dell’ultimo week-end (del tutto irrealistiche) ne sarei pressoché certo…
    E’ un peccato perché -sfruttando limiti, peraltro noti, di tali votazioni via web (i filtri per impedire votazione multipla attraverso controllo dei cookies e dell’ip fisso, infatti, non sono efficaci, come si commentava fin da subito con Michele e altri e come dichiarato dal comune stesso, qui, nel documento informativo: http://services.comune.mira.ve.it/sondaggi/info.php)- non si è voluto, da parte di alcuni, evidentemente, operare con fair-play (a far click multipli son capaci tutti, no? è anche vero, comunque, che è un tipo di inquinamento abbastanza facile da depurare a posteriori, seppur con un qualche margine di errore per taluni falsi-positivi, in caso di ip dinamico ADSL).
    La soluzione sarebbe stata semplice, per evitare taroccamenti (vedi i voti a Nonna Antonia e Alcide Palatron: numeri del tutto inverosimili; magari i miresi “protagonisti” on-line fossero così numerosi e desiderosi di esprimere la propria opinione…): far compilare, per ogni voto, un form (che sarebbe stato custodito a norma privacy, ovviamente) con i dati del votante (l’indirizzo e-mail da confermarsi mediante invio di msg di riscontro, nonché il nome e cognome con l’indirizzo di residenza, come si fa con le petizioni on-line più serie).
    Il voto sarebbe così risultato -come adesso- segreto, ma almeno ci sarebbe stata una protezione totale nei confronti di click multipli.
    In ogni caso, Gigi, hai tutta la mia solidarietà, perché è evidente che, nella tua sezione cultura, sei stato a lungo tempo penalizzato (fino a ieri, direi): infatti se alcuni voti vengono aggiornati istantaneamente (non a caso, tra questi, quelli dei 2 primi classificati, ante manipolazioni spudorate: Bertelli e Mion) e altri no (tra cui il tuo e quello di Stella, ed altri…), è deformata la percezione della gara tanto più che -come si vede – le votazioni vengono polarizzate in testa a testa (il vincitore è unico…) davvero stucchevoli e inutili.
    A questo punto quasi quasi io avrei cambiato il regolamento, chiuso tutto e consegnato 4 o più premi (p.e. Bertelli/Mion e Vernile/Palatron nelle rispettive categorie; anzi, a me sarebbero piaciuti ben 6 premi, 1°/2° e 3° classificato…), archiviando in fretta questo primo tentativo, ma capisco che non è facile ritornare sui propri passi, quando la premiazione è tra una settimana! Bah…
    Sicuramente, forte della (brutta) esperienza, per l’anno prossimo (l’anno della vittoria di Michele Saviolo per il Tam Tam 2008, ne sono sicuro…) l’amministrazione comunale saprà porre rimedio a questi errori e dare vita ad un concorso davvero democratico e partecipato, dal decorso regolare e senza manipolazioni.
    [Disclaimer: questo commento rappresenta le mie opinioni personali, e non è inteso come posizione ufficiale della Consulta Cultura, di cui sono presidente e di cui fanno parte molti dei partecipanti alla gara]
    Nico

  17. a parte che nel 2008 non sappiamo ancora cosa succederà… e dopo la nostra riunione di ieri sera l’affare si complica.
    quello che ci siamo chiesti più volte è il senso di tutto questo sondaggio.
    come cristina ha chiesto sul sito del comune, molte persone presenti nel sondaggio sono sconosciute ai più… pagin michele chi è, per esempio, che compare in tutte e due le categorie, ma non c’è nessuna possibilità di poter leggere un breve profilo dei vari candidati.
    l’aver fatto un concorso e poi ritrovarsi con un sondaggio web che fa apparire, in tempo reale, i voti di solo una parte dei concorrenti, mentre gli altri sono statici, non mi sembra un granchè dal punto di vista della serietà e della correttezza di tutta l’operazione.
    non pensi che, prima di mettere in moto qualsiasi cosa, sarebbe stato opportuno testare la serietà e la precisione del sistema? pensa solo al sistema delle mailing list, in cui tu metti la tua mail e, per validare la tua scelta, ti viene mandata una mail di risposta, all’interno della quale tu clicchi su di un link e confermi il tuo voto… ed è un sistema che è facile applicare.
    come disse groucho: “meglio tacere e dare l’impressione di essere un idiota che aprir bocca e togliere ogni dubbio”.
    [disclaimer: questo commento rappresenta una parte del mio pensiero personale]

  18. Vedo che siamo d’accordo, Michele: quanto tu scrivi riprende ed integra le mie considerazioni, mi pare.
    Magari se la prossima volta i promotori (l’Amministrazione comunale) consulteranno anche le associazioni, sarà possibile realizzare qualcosa di meglio… Per intanto, se l’assessorato vuole “salvare” il premio, è bene che si attuino alcuni dei consigli/critiche costruttive che – in queste settimane – sono già ampiamente pervenuti a chi di dovere.
    Anche la chiusa finale, con la citazione del Marx più famoso la condivido: peccato che si tratti una massima troppo poco spesso applicata (anche nelle comunicazioni e-mail e on-line, peraltro, non solo quando si comunica a voce…).
    Detto questo, la mancanza di serietà e correttezza è soprattutto da parte di chi ha votato più volte, non trovi?
    Quella comunale è più banale inesperienza e incapacità tecnica.

    [anch’io, peraltro, ho espresso solo una parte dei miei pensieri, come contributo alla discussione avviata da Cristina sul sito comunale, e poi da Gigi-Shakespeare: “Something is rotten in the state of Denmark”]

  19. vado un po a casaccio mescolando gli interventi di nico e del porcaro:

    io parto dal presupposto che una cosa va fatta bene o non va fatta. poi si può sbagliare, ci possono essere dei problemi. ma la struttura deve sostenere l’idea. è questa la cosa che rende professionale un’azione più del risultato.

    mi sento di puntualizzare su chi ha votato più volte:
    – chi lo ha fatto per pareggiare i voti e palesare “l’inganno” (per altro dichiarato pure sul sito del comune) ha tutto il mio appoggio. forse non è il modo corretto ma l’esperienza sul campo mirese mi ha insegnato che con le buone non ottieni nulla. quindi lode al pirata o ai pirati che per dirla alla Bennato: “per convincere la gente non servono i discorsi ci vogliono le bombe”
    – chi lo ha fatto sistematicamente, nonostante la palese ipocrisia del tutto, perchè voleva vincere a tutti i costi… beh è un grandissimo pezzo di merda, (lui o chi per esso).
    e parliamo di gente che sta li per la cultura e per l’impegno sociale…
    bella roba!!!

    io non mi intendo di computer ma so che dividere ora i voti buoni da quelli cattivi sia perlomeno difficile. (se molti voti sono partiti da un ufficio con più pc e un unico IP fisso?)
    insomma chiunque vinca farà una figura barbina.
    se fossi io diserterei la serata.
    al contrario di nico non darei nessun premio a nessuno e se fossi il comune chiederei scusa.

    “Non è grave il clamore chiassoso dei violenti,
    bensì il silenzio spaventoso delle persone oneste.”
    Martin Luther King

    guarda chi sono andato a scomodare…

    per il tam tam 2008 posso dirti che io el porcaro stiamo già organizzando un viaggetto in scozia/islanda proprio in quel periodo… perchè ci viene più facile pensare che non si farà affatto.
    nico, se incontri qualche assessore, grazie alla tua carica di presidente della consulta cultura (visto che ne io ne il porcaro ci saremo alla prossima riunione) ricordagli che da mesi ci dicono di aspettare ancora una settimana…
    ricordagli che noi invece siamo piuttosto precisini con le scadenze, e se per fine dicembre – massimo metà gennaio – non si fanno vivi. io e il porcaro prenotiamo il biglietto… che così risparmiamo un fracco di euri.

  20. Ciao Gigi. Le mie frequentazioni con gli assessorati non sono strettissime -te l’assicuro – ma, come Consulta Cultura, per quel che può contare, in tutte le occasioni (ufficiali o no) abbiamo caldeggiato (tutti, e non solo io, come presidente!) il rinnovo quanto prima della convenzione con Srazz per le prossime edizioni di Tam Tam! Alla prossima riunione (che, toh vedi!, cadrà a questo punto immagino proprio a metà gennaio, visto che la convocazione di giovedì 20 della Consulta, come mi ha confermato mezz’ora fa telefonicamente l’uff. cultura, è stata definitivamente annullata per evitare la sovrapposizione di cui vi avevo parlato ieri) di sicuro solleveremo il problema – se nel frattempo, come mi auguro, non si fossero già sistemate le cose!

    Brevemente, poi, su quanto scrivi:
    1- tecnicamente: c’è un concorso ed esiste un bando, che va rispettato, a termini di regolamento, a meno di modifiche dell’ultima ora (ma come segnalavi tu e Michele, ad oggi, nessuno si è espresso in proposito ufficialmente, a 3 giorni dalla scadenza per la raccolta voti: la Commissione di Garanzia ha esattamente il compito di tutelarne la regolarità, ed ha tempo sino al 20, no?). Tra l’altro ti segnalo che il giudizio dell’Amministrazione è *insindacabile* (sic!): quindi -paradossalmente- può tener conto o meno delle preferenze espresse 🙂
    2-Io partivo appunto da questo, ineludibile presupposto: il concorso esiste, come fare per evitare che finisca in vacca, come molti evidentemente vorrebbero? Per questo le mie critiche (radicali quanto le tue e quelle di Michele, basta leggere!) sono costruttive, vòlte a limitare i danni – dovuti, come scrivi, a carenza di professionalità da parte della struttura tecnico-informatica che ha ideato e preso in gestione le votazioni on-line.
    3-Quanto all’impossibilità sul piano tecnico di salvare il salvabile, io ci andrei cauto, proprio per le considerazioni che parzialmente accennavo, anche se non sono nemmeno io un tecnico (p.e. in caso di ip fisso, i votanti dovrebbero avere anche p.e. la stessa versione del browser e di altri plugin, che vengono debitamente registrati, al momento di votare on line, etc. etc.)… Quanto meno, allora, se è questo il problema (la paura che le manipolazioni non siano tutte rintracciabili) attendiamo le conclusioni della struttura informatica che ha gestito e registrato tutte le votazioni (io ho sentito invocare addirittura la polizia postale, fa un po’ tu): ad oggi garantiscono pubblicamente che “il sistema registra correttamente tutti i voti in arrivo. Al termine delle operazioni di voto verranno eliminati i voti espressi più volte dalla stessa utenza rispecchiando il dato reale assegnato dagli elettori ad ogni candidato”. Fino a prova contraria, quindi, il concorso può concludersi: poi la Commissione valuterà.
    4 – i “pirati” non sono difendibili, mai. Chi vota scorrettamente, ha danneggiato chi lo ha fatto correttamente: avrebbe dovuto, invece, segnalare gli abusi alla commissione di garanzia, al limite strepitando poi. Credo che dall’alto dei cieli il buon M.L.King non sarebbe in disaccordo con me… Far valere i diritti del cittadino è battersi perché un’apertura democratica non venga buttata in vacca: e bada che era più semplice, per Mira, fare come fa Milano, e gli “Ambrogini” consegnarli motu proprio, in base a come gli assessori ritengono “politicamente corretto”!
    5- Chi vince non farà affatto una figura barbina, ma è cmq sua facoltà rifiutare il premio, come in ogni concorso [non è stato richiesto il consenso per la formazione delle liste da votarsi, no? Figùrati che anche questa cosa ha suscitato lo scandalo della stessa persona che invocava i gendarmi contro i pirati informatici della domenica (bella forza, altro che hacker!)]

    In ogni caso (anche se l’idea – lo ribadisco – di Miresi Protagonisti non è stata certo mia!), penso che premiare chi si spende – spesso silenziosamente e con tante amarezze (la stessa Srazz ne sa qualcosa!) – per la collettività, sia sul piano sociale sia sul piano culturale, possa essere davvero una bella idea, una volta apportàti gli opportuni aggiustamenti: pensa un po’ così avveniva già nell’Atene del V sec, dove i cittadini meritevoli avevano diritto al pasto gratis nel Pritaneo 🙂

    Scusa la lunghezza,
    Nico

  21. so che il signor g l’avrà a male, ma difendo i pirati, anche perché la pirateria a cui tu ti riferisci non è quella che qui si è vista.
    da wikipedia:
    La vita da pirata
    La vita a bordo di una nave pirata era piena di contrasti. Sulle navi non mancava il lavoro per l’equipaggio impegnato in una costante manutenzione della nave. Le regole per la ciurma erano poche ma alcune molto dure.
    Ecco alcune regole che i Pirati dovevano rispettare:
    Ognuno ha il diritto di voto, a provviste fresche e alla razione di liquore.
    Nessuno deve giocare a carte o a dadi per denaro.
    I lumini delle candele devono essere spenti alle otto.
    Tenere sempre le proprie armi pronte e pulite.
    Donne e fanciulle non possono salire a bordo.
    Chi diserta in battaglia viene punito con la morte o con l’abbandono in mare aperto.
    I pirati prendevano le loro decisioni in maniera collettiva: non esisteva un leader assoluto, il capitano veniva eletto da tutta la ciurma riunita (dall’ultimo mozzo al timoniere) per effettuare le scelte relative alla conduzione del vascello e il bottino veniva diviso in quote uguali assegnando in certi casi due quote al capitano e una e mezzo al nostromo.
    Inoltre ogni Capitano aveva un “suo” codice (o regolamento) che poteva cambiare alcuni punti rispetto a quello base.

    sul fatto che bisognava salvare il salvabile ho una serie di dubbi.
    mi spiego.
    hanno fatto delle liste, e chi era in quella lista non è stato, a nessun titolo, avvisato.
    magari uno poteva rifiutarsi, poteva non volerlo, poteva non interessarlo.
    ma la cosa è passata al di sopra delle persone.
    riporto dal sito del comune di mira, alla voce “Mira per il cittadino”:
    Monday 03 December 2007 – vota il mirese dell\’anno
    (cristina) buon giorno, ho visto la pubblicazione dei nomi per la votazione on line del mirese dell\’anno. Sarebbe possibile mettere a conoscenza dei votanti i profili dei candidati?basterebbero 2 righe,per capire a chi destinare il voto.Grazie

    ma non è arrivato nulla…
    io non conosco molte persone che sono presenti nella lista.
    michele pagin. chi è?
    in tutte e due le categorie?
    magari uno dei due è emanuele…
    il signor g e il sottoscritto, con altri quattro dei quindici candidati, avevano il contatore bloccato.
    non che interessi sapere il quantitativo dei voti, ma ingenera confusione vedere e sapere che alcuni candidati hanno i voti conteggiati in tempo reale, mentre altri no.
    in un mondo in cui, a pensar male, si fa sempre bene, capisci che dare un’opportunità in più alle persone di dire che la cosa non è fatta bene, mi sembra un passo indietro, in trasparenza, serietà e professionalità.
    lo scriveva più su il signor g: l’errore è umano, rende umano, ma qui ce ne sono tutta una serie che non si possono definire solo errori.
    io non amo la competizione, men che meno la competizione tra persone, per cui non capisco questo concorso in cui, mio malgrado, sono parte.
    per questo, e altro ancora, non credo, alla luce dei fatti, che ci sia qualcosa da salvare, come bennato cantava.

  22. Ciao Michele!
    Sulla visione “romantica” della pirateria (un po’ come Cosa Nostra, ma su nave…) nulla da dire: penso si trattasse comunque di metafora (se il www è un “mare” in cui si naviga e ci si perde -do you remember il timone di Netscape?-, chi non rispetta le regole è… un pirata).
    Quanto al resto: io non sono solito pensare male, preferisco attenermi ai fatti, cercando di essere costruttivo, sia nelle critiche sia negli atti concreti, quando c’è qualcosa da poter fare o val la pena sprecar fiato, s’intende…
    [Eh eh: magari passo per pirla buonista, ma è una mia libera scelta 🙂 ]
    Premesso questo, per punti:
    1- no, credo che gli errori tecnici della software house siano davvero tali (ovvero: incapacità di aggiornare in tempo reale un database di sondaggi on-line, etc. etc.) e non voluti (per danneggiare i vari Pozza, Stella, Saviolo che non godevano dell’update in tempo reale… Va da sé poi che, pur condividendo le tue critiche, non parlerei di penalizzazione tale da inficiare la gara: pensa infatti ai voti espressi per sms, chi li ha mai visti?! In realtà ogni cittadino era chiamato ad esprimere il proprio consenso *prima* e a verificare l’andamento del voto *poi* – vedi la maschera-, no?)
    2-le short-list (le liste di chi votare) le ha scelte il “popolo” mirese: composto anche di buontemponi o ignoranti (absit iniuria verbis). Per questo c’è un tal Michele Pagin, nella cultura, che, con tutta probabilità, andrebbe letto, come scrivi, Emanuele (Gazzettino docet). Detto questo, sono state rispettate rigorosamente le indicazioni emerse dalle urne fisiche della prima fase: per dire, avrebbe potuto essere candidato anche Paolino Paperino, non è stata effettuata alcuna cernita, si sono scelti i 10 primi candidati per cultura e i 10 per volontariato (e non avendoli trovati nelle urne, ci si è fermati, in quest’ultimo caso a 5). Per dire: se per divertirsi qualche dadaista avesse nominato e poi portato alla vittoria Paolino Paperino, tale procedura sarebbe, a termini di regolamento, paradossalmente, legittima. Salvo il fatto che, probabilmente, “a proprio insindacabile giudizio” il Comitato Carpinetti-Meggiato-etc. non avrebbe assegnato il premio a lui, ma al secondo arrivato…
    3- No, non è necessario, in caso di simili concorsi, chiedere il consenso all’inclusione nella lista di voto: non c’è alcun obbligo. Detto questo, cortesia avrebbe voluto veniste avvisati preliminarmente (l’idea poi di Cristina mi sembrava ottima: è a questo – e ad altri consigli- che mi riferivo quando parlavo di suggerimenti costruttivi di cui spero che, a partire dalla prossima edizione, si tenga conto, modificando il regolamento). Chi si occupa di cultura e volontariato è – volente o nolente – una figura di pubblico dominio, e non c’è norma di privacy al mondo che vieti di essere sottoposto ad un concorso. Può piacere o spiacere (io, ad esempio, come te, non amo le competizioni: per quello suggerivo di allargare la platea dei premiati, con un podio 1°/2°/3°), ma tant’è… Quel che puoi fare, se vincerai, è non ritirare il premio, oppure effettuare un’azione situazionista dal palco del teatro, come suggeriva Gigi 🙂
    E’ già successo perfino che l’Ambrogino sia stato rifiutato, figurati il premio Mirese Protagonista: e no, neanche a De Niro, nessuno aveva chiesto il permesso 🙂
    Semmai in tanti *tristi* premi letterari, al contrario, si informa l’autore famoso proprio perché lo si vuole presente al ritiro del premio… E qualora non lo sia, spesso si cambia addirittura il premiato, spostandosi su una persona più disponibile 🙂
    Queste sono le cose davvero tristi…
    Diciamo che, in questo caso, il Comune ha optato per un modello radicale di democrazia partecipativa cui Mira non è ancora pronta, né nello spirito né nelle prassi di voto 🙂
    Se avessero scelto, come al solito, tra loro, in un comitato ristretto, cooptando le personalità culturali / del volontariato con premi, medaglie & cotillons, nessuno magari avrebbe protestato, ma sarebbe stato meglio, secondo te?!
    Mi fermo qui, perché mi accorgo che gli smiley stanno diventando troppi e il post ancora una volta minaccia di risultare troppo lungo, ma inviterei davvero tutti a sorriderci su un po’ di più… E vinca il migliore!

  23. ecco la risposta del comune alla cristina:

    Monday 03 December 2007 – Risposta:
    Gentile Cristina, a giorni saranno messe a disposizione dei votanti delle brevi presentazioni sui candidati in corsa per la fase finale del concorso. Grazie per averci scritto. Ufficio URP

    ciavete la tastiera facile e le dita di fuoco oggi…?

    nico la tua difesa dei principi è ammirevole e ti fa onore (dico sul serio)
    ma io al contrario di te, sono un pochetto bastardo dentro e il comune di mira in 10 anni me ne ha combinate troppe perchè io lo ritenga solo un “ignorante in buona fede”.
    la mia è acrimonia fondata da fatti purtroppo. e ti posso assicurare che ci ho riso su tante volte, persino quando ci perdevo denaro (e tanto) con la Prometheus.
    ma se adesso non rido più e anzi approvo certe forme non ortodosse di protesta (e se vogliamo le incentivo pure… non a caso ho fondato una compagnia di Teatro Pirata) è perchè a mira chi ne esce pulito è quasi sempre il colpevole.
    e non parlo solo del palazzo sia ben chiaro…

    i pirati nascono per una necessità sociale, mancanza di ascolto e di movimento. per delle carenze del “potere”. come Cosa Nostra, ma il paragone lo vedo un po forte e inadatto. visto che qui non si rubano soldi e libertà, ma al contrario si cerca di informare un paese che come dici giustamente “non è ancora pronto, né nello spirito né nelle prassi”
    e secondo me non vuole nemmeno esserlo, ahimè… visto che da anni ci si prodiga in tutti i modi fallendo.

    che il futuro mi smentisca, ma per il momento ho solo il presente e un cattivo passato a cui rivolgermi.

  24. …a proposito di URP, proprio oggi ho appreso che, a Rimini (non in USA!) sono riusciti a creare un URP così: http://urprimini.wordpress.com/
    Provate a darci un’occhiata: merita!

    Tra l’altro perché, caro Gigi, penso proprio che all’URP abbiano compilato, come assicurato a Cristina, – chessò- il form di modifica del template della pagina html che ospitava il sondaggio e che… chissà in quale meandro della burocrazia o dell’internet provider sia parcheggiata la richiesta di modifica, in attesa di essere implementata (eh già: “se non ora, quando?”).

    Come vedi, anch’io parlo per esperienza: le pagine sul sito web del comune per l’associazionismo mirese, promesseci più di due anni fa dall’allora assessore competente Silvana Zanon, sono ancora nel libro dei sogni… Nonostante la buona volontà della diretta interessata!

    Ancora una volta: imho bisogna battersi perché questi strumenti funzionino bene, non rompere il giocattolo perché funziona male ed è bruttino… Se poi qualcuno “trucca” la gara, come dicevo basta che la cosa vada denunciata (ehm: capitemi! Non alla polizia postale, porélla, che ha altro cui pensare, anche se va di moda invocarla a sproposito), non serve che lo si “batta” al suo stesso gioco, anche se – lo ripeto – il gesto dadaista strappa la risata, lì per lì, e a tutti piace fare Robin Hood (eh eh: citavo Cosa Nostra per riferirmi ad un codice dell’onore arcaico, mica sono un moralista bacchettone; solo che non mi piace veder rovinata un’iniziativa in teoria buona, seppur malamente condotta!).

    Quanto a Mira, che dirti? Il suo futuro dipende, fin d’ora, dai pensieri, parole e azioni di chi ci abita, come direbbe il Reverendo King. E comunque non è una condanna, né un carcere a vita 🙂

    [PS: la tua idea originaria, quella di un’azione situazionista -a richiamarsi ad un teatro pirata – resta comunque interessante: ma per realizzarla, bisogna che la premiazione si tenga, no? 🙂 ]

  25. il ragazzo è un furbacchione…

    ci si rivede lunedi, ciao ciao

  26. a quanto pare hanno vinto mion e palatron.
    sembra senza nessuna polemica ma io non ero presente e nemmeno delle persone della srazz. quindi non posso esprimermi in merito… per ora.
    spero che nico fosse li, e possa farci uno dei suoi puntigliosi e precisissimi resoconti.

  27. Purtroppo non sono stato presente alla cerimonia (ma sono stato contento non vi siano state polemiche: non ne valeva la pena – eppoi il dadaismo – da sempre – non è visto di buon occhio dalle amministrazioni comunali)… magari l’assessore Meggiato stesso, qui o sul suo blog, ci racconterà di questa 1a edizione di “Miresi Protagonisti”
    [sono sempre disponibile, ovviamente, ad una consulenza da parte della Consulta Cultura su come organizzare, per l’anno prossimo, votazione & premiazioni 🙂 ]
    Buone feste a tutti,
    Nico

  28. buone feste anche a te nico…
    ps: hai mai pensato di fare l’ambasciatore?
    avresti un futuro 😉

  29. Eh, eh: più ambascie, che ambascerie, ultimamente 🙂

  30. nonna antonia Says:

    ciao nico; tu contento per l’assenza di polemiche ed io perché la “sorte” ha rispettato il mio pronostico.
    a buon intenditor….

    buone feste, di tutto cuore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: