storie infinite, se vogliamo

“La pagina ha il suo bene solamente quando la volti e c’è la vita dietro che soffia e scompiglia tutti i fogli del libro.” – Calvino (Il Cavaliere Inesistente) by U.

mi ha fatto pensare (visto che ne parlavamo un po di tempo fa tra di noi…):

Bastian: …E’ solamente un racconto! Che cosa centro io!?
Imperatrice: …Bastian perché non ascolti i tuoi sogni?
Bastian: Ma io devo restare con i piedi per terra!…’
Imperatrice: Grida il mio nome! Ti prego, salvaci!

nel film La Storia Infinita che ho visto e adorato quando ero piccino (parlo del primo, i due sequel fanno schifo) Bastian grida il nome dell’Infanta Imperatrice e, da un granello di sabbia (tutto ciò che resta di Fantasia) sognando a più non posso, ricostruisce il mondo meraviglioso che lo ha reso responsabile (facendolo tornare bambino)
nel libro invece Michael Ende fa lo stronzo e a Bastiano non fa gridare proprio nulla… costringendo l’Infanta Imperatrice a un surplus di stenti. quindi, oltre che devastare il suo mondo, la fa passeggiare a piedi nudi su scale di ghiaccio affilate come coltelli… gli fa cercare una montagna che nessuno sa dov’è perche è vagante e quindi non è mai allo stesso posto… e alla fine (o all’inizio) la costringe a “rivivere in eterno la sua storia” in un eterno ritorno che equivale a un eterno nulla, una eterna morte.
solo a quel punto Bastiano si caca in braga, capisce di essere lui stesso parte della storia (lo aveva già capito tre ore prima ma aveva troppa paura per ammetterlo) e grida: Fiordilunaaaaaaaa
ed ecco che la pagina ricomincia ad avere la vita dietro…
Grande!!!
guardatevi il film e soprattutto leggetevi il libro, anche se non siete appassionati di fantasy e simili.
e ricordate! come dice Fùcur (falkor nel film) il Drago della Fortuna:
“Jattura non dura”
Amen

Annunci

16 Risposte to “storie infinite, se vogliamo”

  1. Ma se tu vieni a contemplare lordo di cattiveria e non ancora purificato oppure debole, per la tua poca forza non puoi guardare gli oggetti assai brillanti e non vedi nulla, anche se ti sia posto innanzi un oggetto che può essere veduto. E’ necessario, infatti, che l’occhio si faccia eguale e simile per accostarsi a contemplarlo. L’occhio non vedrebbe mai il sole se non fosse già simile al sole, né un’anima vedrebbe il bello se non fosse bella. Ognuno dnque diventi anzitutto deiforme e bello, se vuole contemplare Dio e la Bellezza. Plotino – Enneadi (1, 6, 9, 26-34)

  2. elisabetta Says:

    la soria infinita…uno di quei film che anche a me ha fatto sognare quand’ero piccina…mai letto il libro…sinceramente non mi è nemmeno mai capitato di vederlo in una libreria…la prossima volta lo cercherò…o magari sarà lui a trovare me…

  3. occhio, che le versioni economiche del libro sono identiche nel testo ma non nella forma essendo scritte tutte in nero. mentre la versone originale (io ho quella della corbaccio) ogni capitolo ha i capi-lettera disegnati e la storia è scritta a due colori: rosso e verde!… libro strano…

  4. elisabetta Says:

    ma ce l’ha l’aurin in copertina??! 😉

  5. Ho letto il libro da bambina, ricordo che anche il mio aveva i capi lettera disegnati ma non ricordo che la storia fosse scritta in due colori…..bellissimo libro e bellissimo film…..e di willow che dici?……pensando alla storia infinita mi è venuto in mente anche quel libro e film.
    Fra

  6. …la cosa figa del libro è che ogni capitolo comincia con una lettera dell’alfabeto, in ordine cronologico, comprese w x y etc…
    Che storia. Un flash come Alice nel paese delle meraviglie…Caroll era un maledetto pedofilo,a posto non era quindi.
    Ma Ende? Ho letto Momo,bel libro e anche la dimostra che probabilmente i viaggi lisergici non erano prerogativa di artisti come Jerry Garcia (Grateful Dead!!!MMMMitici!!) o il vecchio Jim o Jimi.
    Sto cazzone ci dava alla grande!!
    Peace.

  7. – di willow devo aver visto un pezzo di film… e non nutrivo sospetti sull’esistenza del libro… ammetto la mia ignoranza in merito.
    gli altri fantasy che mi hanno segnato la giovinezza sono: Legend (il diavolo più figo della storia del cinema) e labyrint (bello)… e in fine i MITICI: goonies!!!!
    – caroll pedofilo mi mancava… comunque ende era crucco se può bastarti!

  8. “But I don’t want to go among mad people,” Alice remarked.
    “Oh, you can’t help that,” said the Cat: “we’re all mad here. I’m mad. You’re mad.”
    “How do you know I’m mad?” said Alice.
    “You must be,” said the Cat, “or you wouldn’t have come here.”

    A proposito di fantasy, droga e bizzarie di Carroll…. http://www.alice-in-wonderland.net/

  9. ma non ti basta lo spagnolo…?

  10. “ma non voglio andare tra la gente matta” sottolineo alice
    “oh non ci puoi fare niente” disse il gatto “siamo tutti matti qui. io sono matto. tu sei matta”
    “come fai a sapere che sono matta?” disse alice
    “devi esserlo” disse il gatto “altrimenti non saresti venuta qui”

    … piu o meno… traduzione libera!

  11. non servivaaaa… donna puntigliosa! (e adorabile)

  12. elisabetta Says:

    Oltre a Legend, Labyrint e Goonies ci aggiungo anche La Fabbrica di Cioccolata…

  13. si, ma quella vecchia con Gene Wilder, che quello di Burton è bruttino.
    naturalmente anche in questo caso il libro è super consigliato: stesso titolo, autore: Roald Dahl (un genio malefico)

  14. (Per dire: “In-fanta” letteralmente -latino- significa non-detta/pronunciata!)
    CiaU

  15. elisabetta Says:

    …naturalmente intendevo la versione orginale…apprezzo molto Deep e Burton ma anche me non ha entusiasmato la loro rivisitazione…

  16. vedi Ende… mica scemo! conosceva l’etimo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: